Tu sei qui

Indirizzo Musicale

 

PRESENTAZIONE

L'insegnamento dello strumento musicale nella scuola secondaria di primo grado rappresenta un’integrazione interdisciplinare e un arricchimento dell'insegnamento curricolare dell'educazione musicale nel più ampio quadro delle finalità della scuola secondaria e del progetto complessivo di formazione della cultura di base. Attraverso tale insegnamento, si ha una valorizzazione e un potenziamento del grado di conoscenza dei linguaggi musicali in maniera più approfondita.

Il corso ad indirizzo musicale prevede l'insegnamento curriculare di 4 specialità strumentali. Nel nostro istituto sono attivi gli insegnamenti dei seguenti strumenti: Pianoforte, Chitarra, Violino e Flauto traverso.

Grazie alla realizzazione di lezioni dedicate ad uno strumento musicale in particolare ed alla formazione di un laboratorio orchestrale, si fornisce agli alunni una piena conoscenza del linguaggio musicale, degli aspetti teorici, lessicali e storico-culturali che insieme alla pratica strumentale, costituiscono la complessiva formazione dell'educazione musicale; orientata ad un adeguato approccio alle specifiche finalità dell'insegnamento strumentale stesso. L'indirizzo musicale offre un'adeguata metodologia interdisciplinare: l'educazione musicale e la pratica strumentale, sono così posti in costante rapporto con l'insieme dei campi del sapere. Nel campo della formazione musicale l'insegnamento strumentale persegue un insieme di obiettivi generali all'interno dei quali si individua l'acquisizione di alcuni traguardi essenziali quali il dominio tecnico del proprio strumento al fine di produrre eventi musicali tratti da repertori della tradizione storica, popolare e contemporanea e un primo livello di consapevolezza del rapporto tra organizzazione dell'attività senso motoria legata al proprio strumento ed un primo livello di capacità performativa.

Sviluppare l'insegnamento musicale significa fornire agli alunni, destinati a crescere in un mondo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di comunicazione, spesso soltanto subita, una maggiore capacità di lettura attiva e critica del reale, una ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva, di sé. Obiettivo del corso triennale, una volta fornita una completa e consapevole alfabetizzazione musicale, è porre alcuni traguardi essenziali che dovranno essere da tutti raggiunti. Il rispetto delle finalità generali di carattere orientativo della scuola media non esclude la valorizzazione delle eccellenze.

Struttura del corso di strumento musicale

Il corso è strutturato in 2.40 ore per alunno divise su due rientri pomeridiani alla settimana.

Organizzazione delle lezioni

Le attività pomeridiane dei corsi di Strumento inizieranno di norma nel primo pomeriggio secondo i seguenti criteri:

- Lezioni individuali (o per piccoli gruppi di alunni), 1.10 ore per coppia di alunni.

- Lezioni collettive di Musica di Insieme e orchestra, 1.30 ore di lezione per ciascuna classe.

Il corso è strutturato su due fasi dello studio strumentale: la lezione individuale e quella di musica d'insieme-orchestra. Durante il periodo di lezione individuale gli alunni affronteranno la tecnica di base dello strumento e lo studio del repertorio con esercizi e programmi personalizzati per ogni alunno in base ai progressi raggiunti e al proprio stile di apprendimento. Quest'ora avrà come scopo anche la preparazione del repertorio orchestrale con approfondimento delle parti d'orchestra e l’attività di musica d’insieme.

L’orario delle lezioni è articolato su cinque giorni settimanali, ha validità per l’intero anno scolastico e potrà essere modificato solo per particolari esigenze degli alunni e/o dei docenti in base alla disponibilità di tutte le parti interessate. In concomitanza di saggi, concerti, concorsi etc. o per motivi di organizzazione interna alla scuola, gli orari potranno subire, anche se per brevi periodi, delle variazioni; in questi casi le famiglie saranno avvisate tramite comunicazione scritta e/o telefonicamente e/o con avviso sul sito web della scuola.

Accesso ai corsi di strumento musicale

Per verificare l’effettiva attitudine allo studio di uno Strumento, l’allievo affronterà una prova orientativo-attitudinale, davanti alla Commissione formata dai Docenti di Strumento musicale. La prova mira ad individuare le attitudini musicali dei singoli alunni, e le caratteristiche fisiche in relazione allo/agli strumento/i prescelto/i. La Commissione determinerà l’inserimento dei candidati secondo l’ordine di merito in un’unica graduatoria, in cui i primi ventiquattro candidati ritenuti idonei saranno indirizzati allo studio di uno strumento musicale tenendo conto della disponibilità dei posti e dell’ordine delle quattro preferenze espresse in sede di iscrizione.Terminata la disponibilità di sei posti per ogni classe di strumento, gli altri aspiranti saranno collocati in una graduatoria di riserva per ulteriori individuazioni a seguito di ulteriori disponibilità che eventualmente sopraggiungeranno o in seguito ad eventuali rinunce. Il Corso ad Indirizzo Musicale ha la medesima durata del triennio di Scuola Secondaria di primo grado, diventando, una volta scelto, a tutti gli effetti materia curriculare ed è obbligatoria la sua frequenza complessiva. La Commissione dei Docenti di Strumento si riserva comunque di valutare, sentito il Consiglio di classe, eventuali proposte di interruzione del percorso musicale in casi eccezionali, opportunamente motivati.

Formazione dell’orario di Strumento

Secondo la tempistica ritenuta più opportuna dalla scuola, i Docenti di Strumento effettueranno una riunione con i genitori degli alunni (con le modalità che verranno rese note tramite apposita comunicazione scritta), per concordare l’orario di lezione. Si ricorda che laddove sia possibile accogliere la desiderata dei genitori, i docenti sono disposti a trovare una formulazione oraria ragionevole, nel caso in cui le richieste siano impossibili da accontentare, l’orario scolastico è insindacabile essendo materia curricolare scolastica. La presenza a tale riunione è indispensabile per la riuscita della formulazione dell’orario: in caso di assenza di un genitore, si riterrà che non esistano particolari esigenze (a parte quelle comunicate nel modulo di raccolta informazioni), per cui l’orario verrà assegnato d’ufficio.

Assenze e doveri degli alunni

Gli alunni devono attenersi alle norme contenute nel Regolamento d’Istituto, partecipare con regolarità alle lezioni di Strumento e di Musica d’Insieme, secondo il calendario e gli orari loro assegnati ad inizio anno; Avere cura dell’equipaggiamento musicale (Strumento, spartiti e materiale funzionale), sia proprio che (eventualmente) fornito dalla scuola; Partecipare alle varie manifestazioni musicali organizzate dalla scuola; Svolgere regolarmente i compiti assegnati dagli insegnanti.

Per le assenze degli alunni valgono le regole generali dell’istituto fatta eccezione per il seguente caso: se l’alunno è presente a scuola la mattina e poi, tornato a casa non vi fa rientro di pomeriggio, l’insegnante di strumento appunterà l’assenza sul registro personale, assenza che dovrà essere giustificata dall’alunno al mattino del suo prossimo rientro a scuola.

Partecipazione a saggi, concerti, rassegne, eventi musicali.

La frequenza del corso ad Indirizzo Musicale comporta in corso d’anno lo svolgimento e la partecipazione ad attività anche in orario extrascolastico, come saggi, concerti, concorsi e vari altri eventi musicali.

Regolamento

(Estratto dall’allegato A del D.M. 13/02/1996: Indicazioni generali)

Il Corso di Strumento Musicale è aperto a tutti gli alunni che si iscrivono per la prima volta alla Scuola Secondaria, compatibilmente con i posti disponibili e tenuto conto delle indicazioni espresse dall’art. 2 del D.M. n°201/1999 e s.m.i.m. e dalla C.M. n° 10 del 15 Novembre 2016 “Iscrizioni in eccedenza 2.1.” Per richiedere l’ammissione ai Corsi è necessario presentare esplicita istanza all’atto dell’iscrizione, barrando l’apposita casella presente nella domanda di iscrizione, indicando necessariamente l’ordine di preferenza degli strumenti. Essi tassativamente risultano essere i seguenti:

- Pianoforte Chitarra Violino Flauto traverso.

Tale preferenza non darà comunque nessun diritto di precedenza sulla scelta stessa e nessuna certezza dell’effettiva ammissione al corso.

L’insegnamento dello strumento musicale si configura come specifica offerta formativa della scuola e non si riferisce ad attività di laboratorio o attività extracurricolari. La frequenza, dopo l'accettazione da parte dei genitori del risultato della prova attitudinale e della relativa assegnazione dello strumento (per iscritto su apposito modulo) è obbligatoria. Non è consentito in alcun modo ritirarsi dal corso. Lo studio e la frequenza alle lezioni di strumento si configurano come l’insegnamento di una qualsiasi altra materia e pertanto concorrono alla valutazione: “L'insegnante di strumento musicale, in sede di valutazione periodica e finale, esprime un giudizio analitico sul livello di apprendimento raggiunto da ciascun alunno al fine di una valutazione globale che il consiglio di classe formula” (art.7 DM 201/99).

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.